Tu che tipo di donna sei?




Ieri abbiamo festeggiato quella che viene comunemente chiamata la Festa della Donna. C’è a chi piace festeggiarla (ho sentito dire che la metà dei matrimoni finisce l’8 marzo, l’altra metà è già finita), c’è chi la odia. A me piace analizzarla.

Così mi sono detto: Quale occasione migliore per conoscere le varie tipologie del femminile?
In questo articolo approfondiremo alcune delle infinite moltitudini che formano il carattere di una donna. Prenderò spunto dai 7 archetipi principali del femminile suggeriti da Jean S. Bolen nel libro Le Dee nella donna.

.

◈ Gli Archetipi
.

Michele, allarme parolaccia! Che cos’è un archetipo?

Hai ragione. Ho usato la parola archetipo, e visto che parliamo degli archetipi del femminile, mi sembra doveroso fare una brevissima parentesi per spiegare questa parola impronunciabile.

L’archetipo è una forma arcaica, prima e primitiva di un’immagine psichica, è un modello originario che funge da esempio.

Ti ho complicato le idee?

Faccio un esempio. Alcuni di noi caratterialmente sono “irosi, rabbiosi…“. Bene in quel frangente la rabbia è un archetipo. Ovvero prima di voi, dei vostri nonni, dei bisnonni, dei trisavoli… e proseguendo indietro fino all’antichità, qualcuno ha già provato quell’emozione. Gli antichi greci, romani e altre popolazioni, hanno avuto l’intuizione di descriverli in storie, ovvero in miti.

Così oggi, noi amanti delle anticaglie, studiamo i miti per capire meglio come funziona la psiche umana, e quali sono gli archetipi che la costituiscono.

In questo modo possiamo guardare i miti per guardare noi stessi e i nostri modelli di comportamento.

.

◈ Tu che tipo di donna sei?




Henri Cartier Bresson, Martine’s legs, 1967

.

Torniamo a noi. Prima di iniziare a scoprire le caratteristiche di queste dee, mi preme fare un paio di precisazioni:

1.
Gli dei greci non erano fighi e spavaldi come il Dio cristiano: soffrivano, erano estremamente umani e pativano le pene dell’inferno (che in realtà non esisteva). I greci e i latini volevano degli dei nei quali potersi rispecchiare,
 ed è per questo motivo che il pantheon pagano è il racconto fedele delle dinamiche psichiche umane. 

2.
La psiche non è netta. Piuttosto è fatta di relazioni, declinazioni e sfumature. Quindi è possibile che ti ritroverai in più di una di queste descrizioni. Se ti osservi bene, potrai vedere la prevalenza di una dea dentro te stessa. Una specie di simpatia o propensione nei confronti di una di esse. Quello è il tuo archetipo base, intorno al quale si costellano moltissime altre dinamiche.
Ovviamente vale lo stesso discorso del DSM: più malattie hai, meglio stai. In questo discorso traduciamo: più femminili hai, meglio è

3.
Per ogni archetipo ci sarà una suddivisione in Descrizione, Punti Forti, Punti Deboli, Sessualità e Consigli. Ovviamente il limite tra punti forti e punti deboli è molto sottile, e si possono invertire facilmente.

Michele ora basta! Sai che la curiosità è femminile, quindi parlami degli archetipi del femminile, ho aspettato fin troppo. 

Agli ordini! Cominciamo.

.

◈ Le tipologie del femminile




Era, la moglie
.

Descrizione
Era, regina degli dei, è l’
archetipo della moglie e del matrimonio.
La relazione con il partner è l’elemento più importante della sua vita. Più importante del lavoro, delle amiche, della famiglia e dei figli. La donna Era non si sente completa senza un compagno. Farà di tutto per sposarsi e per essere la signora degli dei.
Era è la moglie fedelissima.
Purtroppo però devo essere latore di cattive notizie. Nonostante la sua incrollabile fedeltà è ripetutamente tradita dal marito Zeus.

Punti Forti
Determinazione, costanza, grande capacità di gestione, fedeltà. Reagisce sempre ai torti subiti.

Punti Deboli
Rabbia e gelosia.
Nonostante i ripetuti tradimenti, Era, rivolge la collera nei confronti delle pretendenti piuttosto che del marito.

Era è la donna che porta avanti a tutti costi il matrimonio, anche se fatto di sofferenze. Da un lato è lodevole, visto che viviamo in un’epoca di matrimoni usa e getta, dall’altro lato è pericoloso perché tende a restare invischiata in situazioni di evidente sofferenza. 

Sessualità
Era concepisce il sesso come mezzo di conquista per il marito.

Consigli

Tradisci: creati “interessi” al di fuori del matrimonio. 

.

Demetra, la generosa
.

Descrizione
Demetra/Cerere è collegata al mito dei raccolti.
Demetra è l’essenza dell’archetipo che partorisce una figlia e la nutre. Ovviamente può nutrire anche figli putativi. Demetra spende tutta se stessa per accudire l’altro. Siamo al cospetto di una dea spensierata, madre e nutrice. Demetra, al contrario di Era, ama figli e famiglia mettendo in secondo piano il marito.
Hai presente quelle terribili riunioni famigliari dove sono presenti tutti, ma proprio tutti i parenti che conosci e che stai per conoscere? Sicuramente sono state organizzate da una donna Demetra.

Punti Forti
Perseveranza, accudimento, dolcezza, senso della famiglia, generosità.
Una donna Demetra difficilmente dice No, spingendosi al limite delle sue forze.

Punti Deboli
Quando Demetra non ha più l’oggetto/soggetto da accudire può cadere in una profonda depressione. L’accudimento può trasformarsi in un’esigenza di potere e controllo nei confronti dell’altro.
Se troppo stanca potrebbe diventare aggressiva e cadere in una dinamica di vittimismo: io faccio tutto per voi, mentre voi non fate nulla per me.

Sessualità
Per Demetra il sesso è procreazione.

Consigli
Impara a dire No! Lascia andare il controllo sulle cose e sulle persone. Sii carnefice.

.

Estia, il focolare
.

Descrizione
Hai già la sensazione di trovarti di fronte ad un caminetto in una giornata uggiosa?  È normale siamo al cospetto della dea del focolare che scalda, accoglie e protegge.
Torni a casa e inveisci contro il disordine e la sporcizia? Questa è proprio una componente dell’archetipo Estia. 
La donna Estia ama la solitudine della casa.
Ama immergersi nella faccende casalinghe.

Estia è introversa e coltiva il suo personale mondo interiore, con tutti i pregi e i difetti che ne conseguono. Sicuramente sarà una donna più profonda, ma allo stesso tempo più isolata.

Punti Forti
Ordine, pulizia, accoglienza, calore, guida spirituale, profondità, stabilità ed equilibrio. 

Punti Deboli
Solitudine, ordine, chiusura, introversione, isolamento. 

Sessualità
La sessualità non è importante nella sua vita. Infatti è una delle dee cosiddette “vergini” insieme a Artemide ed Atena. Per queste tre dee l’uomo non è necessario…anzi.
La vita sessuale è un’esperienza profonda e intima. 

Consigli
Fate dipingere ad un bambino le mura di casa. Uscite.

.

Atena, la razionale
.

Descrizione
Atena è la dea nata dalla testa di Zeus. Siamo di fronte ad una donna cerebrale: “tutta testa“, intellettuale.
Questo tipo di donna potrebbe inseguire ragionamenti complessi e intricati fino all’esasperazione. Lei è il tipico esempio della donna che non è governata dal cuore, ma dalla ragione. È estremamente intelligente.

Punti forti
Obiettività, imparzialità, giustizia, estrema capacità. 

Punti deboli
Vivendo sempre nella testa, questo tipo di donna tende a sviluppare difficoltà con il proprio corpo. Inoltre tendono a crescere troppo velocemente, dimenticando di essere bambine.
Orgoglio, freddezza, eccessiva razionalità. 

Sessualità
Anche lei come Estia è una dea vergine. Può fare a meno del maschio e, l’unico modo per eccitarla a letto è “prenderla di testa“. Se non siete intellettuali non avvicinatevi neanche, sarete solo e sempre degli amici. Ama il sesso “intellettuale”.

Consigli
Gioca. Fai esperienza della della puella che è in te.

.

Artemide, la guerriera
.

Descrizione
Donna atletica, archetipicamente simile ad un’amazzone. Artemide è la donna desiderabile ma sfuggente.
Artemide, Diana per i romani, è molto legata alla natura e agli animali. La dea non non ha figli e non li desidera. Tuttavia aiuta e accompagna le donne nel parto.
Le sorelle e le amiche sono più importanti del marito. 
Artemide rappresenta la donna che dice: so badare a me stessa. Spesso è la declinazione della donna femminista. È inaccessibile e fredda, può risultare addirittura spietata. Tende a non accettare la debolezza altrui.

Punti forti
Coraggio, competitività, atletismo, forza. 

Punti deboli
Inaccessibile, fredda, spietata. Non accetta la debolezza altrui

Sessualità
Artemide è la terza dea vergine. L’uomo è un compagno di lotte o un rivale in una gara sportiva. L’uomo può diventare addirittura suo nemico (vedi le amazzoni). Al letto ama il sesso come gioco e come puro esercizio fisico.

Consigli
Chiedi aiuto a qualcuno anche se sei in grado di fare tutto. 

.

Persefone, la figlia
.

Descrizione
Persefone/Kore è figlia di Demetra, anzi più precisamente è l’eterna figlia. Rapita da Ade, ogni sei mesi torna dalla madre, con la quale ha un rapporto privilegiato. 
Persefone è una Puella, ma nello stesso tempo è la Regina degli inferi. Vive sempre in questa ambivalenza bambina-donna.
L’archetipo di questa tipologia di donna tende a farsi agire dagli altri, ovvero a non agire in prima persona. Se deve scegliere qualcosa, aspetta che qualcun’altro lo faccia per lei. Infatti come ho detto prima diventa regina degli inferi solo dopo essere stata rapita.
Persefone nella sua accezione di fanciulla è inconsapevole di chi sia veramente. Si adatta facilmente alle situazioni e agli altri, soprattutto ai desideri dell’altro.

Punti forti
Essendo la regina degli inferi, quindi dell’immaginazione, è una donna molto creativa che vive “tra le nuvole“, oppure in paesi fantastici.
Immaginazione, creatività, adattamento, regalità, dolcezza, profondità.

Punti deboli
Iperprotetta dalla madre Demetra che non la lascia andare, tende a sviluppare un carattere dipendente e fragile.
Dipendenza, narcisismo, depressione.

Sessualità
La sessualità di Persefone può essere totalmente assente quando prevale la parte Puella e ingenua. Mentre quando è Regina degli inferi la sessualità è profonda e ama le esperienze forti.

Consigli
Impara ad alternare con equilibrio le due parti che lottano dentro di te. Dai spazio ad entrambe. 

.

Afrodite, l’amante
.

Descrizione
Afrodite/Venere è la dea dell’amore e della bellezza. Né gli umani, né gli dei possono resistere al suo fascino seduttivo.
Afrodite è la musa ispiratrice per chi riesce ad amarla. Non fu mai vittima di un amore non ricambiato.
Nelle relazioni possiede sempre lo scettro del potere. È sicuramente la più estroversa delle dee. Ama la vita e la sensualità, portando con sé un’energia selvaggia. Ama stare al centro dell’attenzione.

Punti Forti
Seduttiva, attraente, sensuale, estroversa, selvaggia.

Punti Deboli
Egocentrismo, narcisismo, frivolezza. Può rimanere invischiata in una relazione pur di sentirsi attraente e appagata.

Sessualità
Le donne Veneree amano il piacere, la sensualità e la sessualità nella declinazione più carnale possibile.

Consigli
Esplora i tuoi pensieri come la tua sensualità. Apparire non è tutto nella vita..

.

Henri Cartier-Bresson

.

◈ Conclusioni
.

Mitologicamente, il femminile è sempre stato rappresentato come una possibilità che permette la risoluzione dei problemi. (Aldo Carotenuto, L’Anima delle donne)

Questa frase esprime l’importanza di esplorare, studiare e scoprire il valore del femminile sia nella donna che nell’uomo.

Esplorare il femminile significa esplorare una parte dell’anima, quindi dell’infinito. Inoltre come ci ricorda Aldo Carotenuto nel bellissimo libro L’anima delle donne:

L’universo femminile è qualcosa di più di una delle due diverse possibilità dell’esistenza, ne costituisce il presupposto.

Arrivati alla fine dell’articolo ti faccio una domanda: hai scoperto quale dea abita dentro di te? 

.

Per approfondire questo discorso ti consiglio questi due libri di Jean S. Bolen (da cui ho preso spunto in questo articolo), sia in versione femminile, sia in versione maschile.

.

Qui il link al libro

.

Qui il link al libro

.

Infine ecco alcuni libri che riguardano la psicologia femminile. A te la scelta:

.

Qui il link al libro

.

Qui il link al libro

.

Qui il link al libro

.

Qui il link al libro

.

Qui il link al libro

.

Qui il link al libro 

.

 Qui il link al Vol.1
Qui il link al Vol.2

.

Psicologo, Psicoterapeuta, Direttore della rivista scientifica L'Anima Fa Arte e Presidente dell'associazione omonima. Conferenziere e autore di diverse pubblicazioni.

Iscriviti a L'Anima Fa Arte

per ricevere gratuitamente la nostra rivista di psicologia, contenuti nuovi, e notizie inedite 

Benvenuto nella community de L'Anima Fa Arte

Pin It on Pinterest

Share This