Sessualità taciuta




Esiste una sessualità taciuta nella coppia.

James Hillman, padre della psicologia archetipica, in Sex Talk afferma che gli uomini non parlano di sesso fra di loro, o almeno non gli eterosessuali. Le donne si, e con ricchezza di particolari, mentre i pochi uomini che ne parlano, lo fanno solo con le loro partner. (Sex Talk, p.76)

Questa affermazione può risultare strana.

Eppure continua Hillman: Tra uomini, i discorsi di sesso diventano vanterie da adolescenti e maschilismo tutto muscoli e palestra. (Sex Talk, p.76)

I discorsi maschili sul sesso sono in realtà muti, poveri di particolari, di sfumature e dettagli come quelli femminili.

Gli uomini si lamentano che le donne non pensano al sesso.

Tuttavia è il contrario, perché gli uomini non sanno parlare di sesso. Per una donna parlare di sesso con un uomo significa “regredire” a livello immaginativo.

Da questa incomprensione nasce la sessualità taciuta nella coppia. 

Il sesso è una componente fondamentale, ed è per questo motivo che va parlato. Nel corso del tempo si è creata una frattura tra sesso ed affettività che va sanata. 

Il fatto che stai leggendo questo articolo, è la dimostrazione che abbiamo quotidianamente il bisogno di narrare e immaginare la sessualità.

.

.

Immaginare la sessualità
.

Questo mutismo sessuale, secondo James Hillman, è dovuto dal fatto che noi occidentali non abbiamo un vocabolario adeguato che possa contenere la ricchezza delle immagini erotiche.

Come immaginiamo il sesso?

James Hillman dice che Tre sono le modalità dominanti di immaginare la sessualità che noto oggi. Una è quella eroica: scopare, fottere, chiavare. Un’altra è la fantasia romantica della fusione, dove i due diventano uno, si cavalca il ritmo in modo che l’uccello sia di entrambi, o di nessuno. Ma la fusione può trasformarsi di colpo in terrore ed essere vissuta come perdita del fallo: “Lei” se lo prende, lo divora. L’incanto romantico diventa incantesimo di una potenza femminile.
Ma c’è un terzo modo che mantiene il desiderio dentro i misteri d’iniziazione, evocando gli dei oscuri, in entrambe le loro forme, dell’animale selvaggio e del fanciullino. Una sorta di teatro neobarocco del sublime: una misteriosa bellezza fatta di terrore, di sacro sgomento e di gioco a due; il corpo sessuale e le emozioni dell’amore che si incontrano su quell’orlo rischioso, senza promessa di vittorie eroiche né di unioni totalmente soddisfacenti. Si ha qui una più vasta devozione alle potenze animistiche o animalistiche, dalle quali sempre dipende la sessualità e verso le quali essa spinge; non umanesimo secolare, ma i misteri. (Sex Talk, p.76)

Abbiamo bisogno di parlare, scrivere e discutere di questo argomento.

È per questo che ora ti presenterò 4 archetipi legati alla sessualità. 

.

Archetipi Sessuali
.

La sessualità dovrebbe essere letta come una metafora che, con le sue immagini di desiderio, fantasia e seduzione, narra le vicissitudini della Psiche. (A.Carotenuto, Il gioco delle passioni, p.169)

La sessualità è una metafora della Psiche secondo Aldo Carotenuto. Dimmi come fai sesso e ti dirò chi sei.

Il sesso ha una personalità e un carattere. Questo carattere si esprime nell’incontro tra due persone che danno vita ad un “terzo”.

Spesso ci troviamo a pensare che siamo noi a fare sesso, ma la psicologia archetipica ci dice che è il sesso che ci possiede. 

Una coppia non fa sesso, ma è posseduta dal sesso. Il sesso diventa protagonista nel momento in cui ci lasciamo accadere da lui, dalle sue potenze, e dai suoi misteri.

Ecco quattro esempi di archetipi sessuali:

.

Sesso Erotico

Parlare di sesso non significa necessariamente parlare di Eros. A volte c’è sesso senza Eros.

Eros è la forza erotica, l’archetipo del desiderio che ci spinge a compiere un’azione.

L’archetipo erotico è il sesso che arriva sotto forma di impulso, guidato dal desiderio dell’altro.

È il sesso delle “prime volte“, o il sesso del “dopo tanto tempo“. In queste situazioni è Eros che ci spinge a volere e desiderare l’altro. 

Accade che in determinati momenti di vita con il partner sentiamo questo “desiderio” erotico. Quando ci si abbandona al potere dell’Eros, il sentimento può illuminare di significati qualsiasi aspetto dell’esistenza, sia fisica che psichica. Ciò può realizzarsi perché l’Altro, l’oggetto del nostro più intenso e quasi ossessivo desiderio, attrae su di sé ogni nostra energia psichica. (A. Carotenuto, Il gioco delle passioni, p.165).




.

Sesso Utilitaristico

In questo caso il sesso esige un fine. Ad esempio mi viene in mente l’archetipo materno di Demetra.

L’immaginario che accompagna la relazione amorosa corporale esige la riproduzione. Anche le fantasie sessuali, soprattutto femminili, spesso ci conducono a fantasticare di fare sesso per avere un bambino: “Amore voglio un figlio!“, “Dammi un bambino“, “Vienimi dentro” sono tutte frasi che portano all’orgasmo.

Avere un fine condiviso durante il rapporto amplifica il piacere e rafforza la coppia. 

.

Sesso Potente

La coppia olimpica formata da Zeus ed Era  ci permette di afferrare un altro tipo di sesso: il sesso potente.

Il rapporto sessuale, come abbiamo visto prima, può essere consumato per un fine. In questo caso il fine del rapporto sessuale sono potere e controllo

Era voleva controllare Zeus attraverso il sesso per non farlo andare con altre donne. Mentre Zeus dimostrava il suo potere attraverso il libertinaggio. 

Il sesso è potere anche nei giochi sado-masochistici, che oggi sono molto presenti nelle fantasie delle coppie.

.

Sesso Conciliatore

Ogni coppia è abitata da Ares, dio della guerra che porta con sé litigi, polemiche e collera. Nella mitologia greca c’è solo un modo per calmare Ares: attraverso Afrodite, la dea dell’amore e della bellezza.

La guerra si arrende solo all’amore, come nella famosa frase anonima del 1968 sul muro dell’università francese di Nanterre Non fate la guerra ma fate l’amore.

Il sesso conciliatore è l’arrivo di Ares e Afrodite nella coppia.

.

Ares e Afrodite rappresentano anche il tradimento. Ares infatti è l’amante di Afrodite che tradisce il marito Efesto.

Il desiderio del terzo elemento al di fuori della coppia, a volte si trasforma in una fantasia erotica che amplifica l’eccitazione.

.

Conclusioni
.

Questi che ho descritto sono solo alcuni tipi di archetipi sessuali presenti nelle coppie. Alcune delle immagini e fantasie erotiche che avremo modo di approfondire più dettagliatamente nel corso del tempo.

Esiste quindi una sessualità taciuta della coppia che va espressa. 

Raffaele Morelli dice che l’amore è attrazione, desiderio, piacere… e basta! (Il sesso è amore). Tacere queste dimensioni dell’amore è dannoso per la coppia stessa.

Il sesso va parlato perché la “comunicazione” nella coppia va agita oltre che anelata. La comunicazione va agita tramite un ascolto attivo, un darsi e un ricevere.

Diceva Wittgenstein che di ciò di cui non si può parlare si deve tacere, il sesso può essere parlato quindi non va taciuto.

Il sesso è una scoperta, un viaggio che va esperito insieme. Tenerlo taciuto significa silenziare il piacere nella coppia. Significa tenersi strette alcune parti di sé che con il tempo diventano cancrena per gli amanti.

.

P.S. Se ti interessa questo argomento puoi leggere questo articolo: Fingere l’orgasmo, fingere nella relazione.

.

.

Psicologo, Psicoterapeuta, Direttore della rivista scientifica L'Anima Fa Arte e Presidente dell'associazione omonima. Conferenziere e autore di diverse pubblicazioni.

Iscriviti a L'Anima Fa Arte

per ricevere gratuitamente la nostra rivista di psicologia, contenuti nuovi, e notizie inedite 

Benvenuto nella community de L'Anima Fa Arte

Pin It on Pinterest

Share This