Carote di Nuela

Emanuele Cristanti, in arte Nuela, dopo la performance a X-factor è entrato di diritto nella sezione dei video virali su internet. Ambiguità, coraggio e autoironia sono stati gli ingredienti che hanno permesso ad Emanuele di conquistare il pubblico. Ma non solo…

Chi gli avrebbe dato una possibilità dopo i primi secondi di performance? Io no.

Eppure eccomi qui a fare una lettura immaginale della canzone Carote (Clicca qui per ascoltare e guardare il suo video inedito; Clicca qui per vedere la performance durante la puntata di X-Factor).

Ascoltare Carote significa entrare nel mondo dei paradossi e delle contraddizioni, il mondo di Hermes, il briccone divino. Carote è un moderno inno ad Hermes.

Carote, Carote

Nuela
carote carote
solo carote le regalo a mio nipote
diventano banconote
le scuote e le percuote
cellule eucariote
mica frigoriferi
parliamo di carote

Dal punto di vista figurativo la carota è qualcosa di falso, infatti tra i modi di dire comuni si dice “carotare” o “piantar carote” per intendere qualcosa di non vero e ingannevole.

L’ironia e il significato figurativo del termine carote ci portano a leggere la canzone come se fosse tutto un enorme bluff. C’è una parte di noi che è una gran bugiarda, e in mitologia è rappresentata da Hermes, l’ingannatore, il bugiardo.

Le carote si trasformano in banconote, perché così come Hermes, la carota è l’elemento trasformativo, il mercurio, come quando Alice mangia una carota e diventa piccola come un fiore.

Non parliamo quindi di frigoriferi, di qualcosa di fisso, immobile e immutabile, ma di carote: emerge in noi una parte psichica mercuriale.

Le scuote e le percuote

carote carote
solo carote le regalo a mio nipote
diventano banconote
le scuote e le percuote
cellule eucariote
mica frigoriferi
parliamo di carote

Hermes è il dio dell’inganno e il dio mercante: nella canzone rappresentati dall’immagine delle carote, delle banconote e dalla trasformazione stessa.

Hermes, che i romani hanno chiamato Mercurio, si trasforma incessantemente, perché la sua natura stessa è cangiante e instabile come il metallo che lo rappresenta. (G.Paris, Hermes e Dioniso, p.81)

Un’altra immagine hermetica che emerge dal testo è lo scuotere e il percuotere, così come Hemes con il suo caduceo percuoteva per guarire. Hermes è il guaritore, e anche la carota nell’antichità secondo Discorde, Galeno e Plinio, aveva proprietà curative per cicatrizzare la pelle e per attivare proprietà afrodisiache.

Arrivo nella galleria e investo un sacerdote


arrivo nella galleria
investo un sacerdote
carote carote
solo carote le regalo a mio nipote
diventano banconote
cellule eucariote
mica frigoriferi
vedi il mio nome
diventi omozigote
cosa sei chi lo sai
vedo solo carote

Ogni bastone ha un suo sciamano e un suo sacerdote. In questo caso il sacerdote viene investito. Nel completo paradosso nel quale ci troviamo possiamo considerare l’investire sia come investitura, sia come incidente, rientrando così nel regime hermetico delle discordanze.

Il bastone di Hermes simboleggia la salute percepita non come uno stato fisso o definitivo, ma come un’armonia dei contrari. (G.Paris, Hermes e Dioniso)

Inoltre Hermes è il dio psicopompo a stretto contatto con Ade e con le gallerie del mondo infero, ecco perché il luogo descritto in questi versi è una galleria.

Le rime con ote sono finite 

le rime con ote sono finite
quindi, quindi armadio
carote carote
solo carote

Non ci sono più rime? Concludiamo con l’Armadio, ovvero un contenitore per utensili. È proprio di un contenitore che abbiamo bisogno nei momenti di instabilità, cangianza e trasformazione, per racchiudere tutta l’energia hermetica in eterno mutamento.

E la canzone, che è un viaggio nel mondo nascosto di Hermes, chiude nell’unico modo possibile, fissando l’energia mutevole di Hermes.

Nella personalità l’aspetto mercuriale provoca un atteggiamento cangiante, imprevedibile, mobile. Queste personalità sono impossibili da trattenere, proprio come il mercurio. (G.Paris, Hermes e mercurio, p.82)

L’unico modo di avvicinarsi ad un cambiamento è attivare l’elemento fisso, che in questo caso è rappresentato dall’armadio, giusta conclusione della canzone.

Conclusioni

Hermes irrompe spesso nell’immaginario comune individuale e collettivo. Carote è stata una bricconata, un’irruzione hermetica in pieno stile picaresco

Cosa vuole Hermes da noi? Hermes porta in mostra le immagini del Freak, si tratta di immagini che vengono dal lato più represso della natura psichica dell’uomo, il lato dove risiedono le immagini che maggiormente compensano il torpore e la ripetitiva superficialità impliciti nell’unilateralità. (R.Lopez-Pedraza, Hermes e i suoi figli, p.184)

È un caso che Hermes abbia fatto irruzione durante un programma che è stato tacciato di essere ripetitivo?

Io non credo nel caso, ma solo nelle sincronicità.

Clicca qui per leggere gli altri articoli della categoria Musica e Psicologia