Gli archetipi dell’uomo




Filòne di Alessandria fu probabilmente il primo ad amplificare il termine archetipo. Per il filosofo ebreo il logos è il mondo archetipo, legge dell’universo, principio di molteplicità e rivelatore del divino.

Che cos’è un archetipo? In poche parole l’archetipo è il dio che si rivela attraverso il nostro carattere. 

Un mio docente, Giorgio Antonelli, mi disse una volta che questa è una domanda mal posta. Bisogna chiedersi piuttosto come agisce un archetipo.

Effettivamente dal punto di vista di Filòne chiedersi Che cos’è un archetipo? equivale a chiedersi che cos’è Dio? Una domanda alla quale non abbiamo i mezzi per rispondere.

.

Secondo la psicologia archetipica, la mitologia ci offre l’opportunità di guardare dentro di noi attraverso le storie narrate. In ognuno ci sono quindi degli archetipi, degli dei che ci guidano.

Jean Bolen, una delle più grandi psicoterapeute viventi che ho avuto l’onore di incontrare e intervistare insieme a Barbara Manini [Researcher presso University of East Anglia ], ha descritto in maniera efficace i diversi tipi di archetipi che ci guidano. [CLICCA QUI per leggere l’intervista a Jean Bolen]

Di seguito troverai la descrizione di 8 archetipi maschili che attraversano l’uomo.

.

Prima di leggere queste brevi descrizioni è importante ricordare che possiamo essere dominati da un singolo archetipo in un dato momento della vita, tuttavia in noi sono presenti tutti in differente misura. Non possiamo escluderne nessuno, né maschile, né femminile perché, come dice il poeta portoghese Fernando Pessoa, siamo una “sola moltitudine”.

Ti do un piccolo suggerimento di lettura: prova a riconoscere ognuno di loro dentro te stesso e nelle tue azioni quotidiane. 

Dopo aver letto queste descrizioni, alla fine dell’articolo, lascia un commento per farmi sapere in quale archetipo dominante ti sei rispecchiato.

.

Gli dei dentro l’uomo




Zeus – Volontà e Potere
.

Zeus è un padre autoritario che vuole sempre l’ultima parola. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.64]

Descrizione
Il dio del fulmine è il re di tutti gli dei dell’Olimpo. L’uomo Zeus è alla ricerca di potere, del dominio e dell’autorità: è il cosiddetto “re della montagna”. Zeus inoltre è creatore di alleanze e seduttore. Il matrimonio con Era è una parte fondante della sua vita, ma lo considera come un “porto sicuro” dal quale partire ogni volta che vuole. Secondo la Bolen questo archetipo si manifesta solo durante una parte della vita piuttosto che essere dominante durante l’intera esistenza di un uomo.

Punti Forti
Seduttore, Comandante, Deciso, Sovrano, Autorevole.

Punti Deboli
Traditore, Autoritario, Rigido, Eccessivamente razionale, “paura dell’usurpatore”.

Sessualità
Il potere è un afrodisiaco affermava Henry Kissinger. Zeus rappresenta il tipico maschio alfa, per il quale spesso può capitare che la donna diventi oggetto. È attirato da diverse donne contemporaneamente e da ragazze più giovani. 

Modi di crescere 

Spesso l’uomo Zeus ignora di avere dei problemi e di aver bisogno di maturare, finché una grave crisi gli rende impossibile continuare a non tenere conto dei sentimenti, propri e degli altri. Per lui, la crescita inizia il più delle volte solo dopo che ha saputo che cosa siano l’umiltà e la vulnerabilità. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.77]

.

Poseidone – Emozione e istinto
.

Immaginate di contemplare il placido mare sapendo che un dio emotivo, irato e risentito vive sotto la sua superficie e può erompere, con ira e fragore, contro chiunque si trovi sul suo cammino, e coglierete immediatamente alcune della principali caratteristiche dell’archetipo Poseidone. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.85]

Descrizione
Poseidone ebbe il dominio delle acque. L’uomo Poseidone è una persona pacifica, ma al contempo è anche colui che scuote la terra [Infatti è anche il dio dei terremoti]. Vive nel mondo delle emozioni e degli istinti. Guardandolo vi è una sensazione di calma apparente, la quiete prima della tempesta. Questo archetipo è vendicativo e ci ricorda la storia dell’Odissea, nella quale rappresenta il nemico implacabile di Ulisse. 

Punti Forti
Emotivo ed emozionato, sentimenti profondi e intensi, pacifico.

Punti Deboli
Non sa perdere, emotivo, patriarcale, vendicativo, ombra di Zeus.

Sessualità
Poseidone è una vera e propria forza della natura perché concilia nell’atto sessuale e in amore la potenza emotiva e la natura istintiva.

Modi di crescere

Se l’influenza più importante è quella di Poseidone, la crescita psicologica è possibile quando il collegamento innato con il regno emotivo trova modo di esprimersi attraverso il lavoro, i rapporti umani o la creatività. Poiché rischia di venire sopraffatto da forti emozioni, l’uomo Poseidone deve sviluppare la capacità di osservare, di riflettere e di pensare in maniera obiettiva. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.101]

.

Ade – L’invisibile
.

Il tema intorno al quale gravita l’uomo Ade è l’adattamento: riuscirà a rimanere fedele a se stesso e contemporaneamente adattarsi al mondo esterno? [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.117]

Descrizione
Ade, re del mondo infero, è il meno rappresentato degli dei dell’Olimpo perché vive nascosto nelle tenebre, non per volontà, ma per necessità. Il nome Ade rappresenta sia la persona che il luogo regnato, le profondità e gli abissi dell’anima. Ade portava un elmo che lo rendeva invisibile nascondendolo alla vista, questa caratteristica rende l’uomo Ade un eremita. L’altra faccia dell’estrema solitudine di Ade è Plutone [nome latino dello stesso dio], ovvero la ricchezza interiore. Per riempire il vuoto della sua solitudine, il dio degli inferi rapisce Persefone/Kore, strappandola dalle mani della madre e facendola diventare la regina dell’Ade. 

Punti Forti
Ricchezza interiore, Buon consigliere, Profondità, Ascolto e Immaginazione.

Punti Deboli
Depressione, Invisibilità, Solitudine, Complesso di inferiorità, Aridità emotiva.

Sessualità
La sessualità per un uomo Ade è un’esperienza potente ed iniziatica. La sua vicinanza a Dioniso lo rende un amante profondo ed emotivo. Vive la vita da solo o legandosi ad una sola donna. 

Modi di crescere

Se l’uomo Ade non sviluppa altri aspetti di sé è condannato a rimanere una persona isolata. Per essere avvicinabile e visibile, e per trovare il modo di esprimere la propria esperienza interna, deve sviluppare una persona. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.127]

.

.

Ares – Corpo e impulso
.

Ares come archetipo, dio e uomo è un’immagine di potenza fisica mascolina, di intensità e di prontezza d’azione.Il suo cuore e i suoi istinti lo spingono ad agire e a reagire letteralmente con il corpo, senza tenere conto delle conseguenze. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.195]

Descrizione
L’archetipo Ares/Marte è ribelle nei confronti del padre Zeus. Egli stesso è padre di molti figli. Ares è l’amante di Afrodite. Un uomo Ares ha reazioni appassionate e intense. Le emozioni sono collegate direttamente al fisico, infatti viene chiamato anche il danzatore, ovvero colui vive più sul piano fisico che mentale. Agisce e reagisce senza pensare. Potrebbe essere considerato l’archetipo del qui ed ora.

Punti Forti
Emotivo, Coraggioso, Amante, Intenso, Protettore. 

Punti Deboli
Rabbia, Ira, Aggressore, Capro espiatorio, Alcol [L’alcol libera Ares nel senso positivo e negativo].

Sessualità
Può amare intensamente le donne, ma altrettanto intensamente rischia di essere violento. È un uomo a cui piace fare l’amore, ama il corpo femminile ed è sessualmente libero, sempre alla continua ricerca di una relazione fisica. 

Modi di crescere

La crescita psicologica avviene quando l’uomo Ares arriva a scegliere se e quando rispondere a una provocazione, e smette di essere soltanto una persona reattiva. Per questo, è necessario che sviluppi l’autocontrollo e anche altri archetipi. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.217]

.

Ermes – Intelligente e sfuggente
.

“L’inventiva, la capacità di comunicare, di pensare e di agire rapidamente sono tratti utilizzabili in maniera creativa per fare qualcosa di buono, come pure per ingannare.” [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.171]

Descrizione
Uno degli appellativi di Ermes è il monticello di pietre, per indicare le pietre miliari utili ai viaggiatori per orientarsi. Per questo motivo Ermes è il messaggero divino e lo psicopompo, il guidatore di anime. L’uomo Ermes è intelligente, ma soprattutto ha una mente veloce e intuitiva. In gruppo tende ad essere il briccone, il giullare. Eterno bambino [puer aeternus], riesce a coltivare la sua parte infantile per tutta la vita. Leggero e sempre in movimento. 

Punti Forti
Guida, Messaggero, Comunicatore, Veloce, Sveglio, Persuasivo. 

Punti Deboli
Inafferrabile, Impulsivo, Mancanza del senso del limite, Eterna giovinezza (non cresce mai!). 

Sessualità
A letto predilige la dimensione sperimentale. Nel rapporto con le donne è impulsivo e non pensa mai alle conseguenze delle sue azioni. Spesso può avere un atteggiamento bisessuale.

Modi di crescere

Dalla mitologia sappiamo che due dei furono importanti per Ermes e lo aiutarono a crescere: il fratello Apollo e il padre Zeus. Questi archetipi sono i più importanti anche per l’uomo Ermes. Per riuscire nel mondo, egli deve superare la dimensione del suo archetipo, sviluppando le caratteristiche Apollo e Zeus. Come loro, Ermes si muove bene nel regno della mente; come loro, deve sviluppare la vita emotiva e sensuale. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.192]

.

.

.

Apollo – Ragione e distanza
.

Come archetipo, egli impersona l’aspetto del carattere che vuole definizioni chiare, è portato a rendersi padrone del proprio mestiere, apprezza l’ordine e l’armonia, e preferisce mantenere una visione superficiale anziché approfondire ciò che sta sotto le apparenze. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.142]

Descrizione
Le caratteristiche principali di questo archetipo sono la distanza e la luce. La luce indica il bisogno e la necessità di capire tutto, di far luce su ciò che è oscuro. La distanza, invece, segnala il bisogno di operare con distacco, simbolo del quale è proprio l’arco che padroneggia. Apollo è il figlio prediletto di Zeus, e spesso è il figlio prediletto. Ha una personalità artistica ma, al contrario di Dioniso, si manifesta attraverso la ricerca di moderazione e bellezza. Ama e impone la legge e l’ordine intorno a sé. 

Punti Forti
Profetico [legato all’oracolo di Delfi], Illuminante, Razionale, Ordinato, Legale. 

Punti Deboli
Razionale, Distante, Crudele e Severo, Narcisista, Arrogante. 

Sessualità
Apollo è attratto dalle donne indipendenti. È più bello degli dei ma non vale molto come amante [J.Bolen] perché non si innamora facilmente e investe poche emozioni all’interno di una relazione di coppia. Non dedica tanto tempo ai pensieri erotici.

Modi di crescere

L’uomo Apollo deve crescere superando i confini della mente logica e razionale. Per essere una persona completa deve sapere cosa sono le faccende del cuore e deve essere in sintonia con il proprio corpo. Può rendersi necessaria qualche lezione di umiltà. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.163]

.

Dioniso – Mistico viaggiatore
.

Dioniso come dio, archetipo e uomo era molto vicino alla natura delle donne. Il regno mistico e il mondo femminile gli erano familiari. Dalla mitologia sappiamo che spesso era un elemento sgradito e molesto, causa di conflitto e di follia, e può esserlo altrettanto nella psiche di un uomo. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.251]

Descrizione
Dioniso era il terrore, l’estasi, la liberazione e la sfrenatezza. Genera il conflitto della follia dentro e fuori la psiche dell’uomo, insieme a impulsi fortemente contraddittori. Dioniso porta con sé i doppi inconciliabili. L’uomo Dioniso vive a suo agio in una sistema femminile e matriarcale nel quale dà il meglio di sé. Mentre Hermes è l’eterno fanciullo, Dioniso è l’eterno adolescente. È mediatore tra due mondi, ponte tra interno e esterno, tra visibile e invisibile. Dagli amici può essere percepito come folle, pericoloso, troppo controcultura. Dioniso non mette a proprio agio gli altri ha caratteristiche marcatamente femminili.

Punti Forti
Viaggiatore, Mediatore, Femminile, Vitale, Originale. 

Punti Deboli
Perseguitato, Ambivalente, Scarsa autostima, Pericolo di psicosi, Sintomi psicosomatici. 

Sessualità
La vita affianco all’archetipo Dioniso è imprevedibile sia da un punto di vista economico che sul piano delle emozioni. Spesso bisessuale, esprime una forte e intensa sessualità. Dioniso è sensuale ed erotico per natura. Il partner può percepire l’amore come uno stato alterato di coscienza. La motivazione che lo avvicina ad una donna non è la conquista, ma l’esperienza. 

Modi di crescere

Il lavoro psicologico che l’uomo (o la donna) Dioniso deve fare per crescere è più complesso che per gli altri, perché a essere più complesso è l’archetipo. È necessario un Io che osservi e accetti. Occorre sviluppare altri archetipi non soltanto come mezzo per diventare meno unilaterali, ma per sopravvivere. Due saranno i compiti importanti da intraprendere (un incontro eroico con l’inconscio e un rapporto impegnato) perché lui possa avere quella vita normale di cui alla fine va in cerca, anche se è improbabile che sarà mai una persona normale. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.273]

.

.

.

.

Efesto – Inventore solitario 
.

Efesto come dio, archetipo e uomo, impersona un profondo bisgno umano di fare le cose, di creare oggetti che siano funzionali e belli. Rifiutato e scaraventato giù dall’Olimpo, non veniva apprezzato nell’arrogante regno di Zeus, dove le cose che contavano erano il potere e le apparenze. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.221]

Descrizione
Efesto è il dio della fucina e delle fiamme vulcaniche, un inventore, fabbro e artigiano. Viviamo in una cultura che tiene conto dell’eroismo, per questo motivo Efesto, antieroe per eccellenza, è il rifiutato. Nel mito spesso veniva ridicolizzato e tradito dalla bellissima moglie Afrodite. Ha la capacità di trasformare il materiale grezzo, in pura bellezza attraverso il fuoco. La presenza di questo archetipo libera la bellezza e l’espressività attraverso il lavoro [J.Bolen]. Efesto è un archetipo dotato di grande sensibilità e introversione.  

Punti Forti
Creativo, Lavoratore, Sensibile, Vulcano che arde, Pacifista. 

Punti Deboli
Emotivamente storpio [a causa del rifiuto], Vulcano pronto ad esplodere, Rabbia contro se stessi. 

Sessualità
I rapporti possono essere violenti, simbolo del tipico uomo forte e taciturno che fa esplodere la rabbia contro chi gli è più vicino. I rapporti sessuali sono caratterizzati da aggressività e riserbo. È monogamo e fedele. Può contribuire all’infedeltà del partner-Afrodite perché la trascura, inoltre può trascurare la sessualità investendo il fuoco esclusivamente sul lavoro. 

Modi di crescere

Per l’uomo Efesto che viene rifiutato o disprezzato perché non sta al passo, e quindi pensa di avere in sé qualcosa di profondamente sbagliato, la crescita inizia quando si rende conto che c’è qualcosa di profondamente sbagliato nel modo in cui è stato trattato. Poi vengono la scoperta e la valorizzazione di sé, attraverso quello che fa quando è se stesso, seguite dal superamento del proprio archetipo per farne emergere altri. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.247]

.

Conclusioni – Attivare un archetipo
.

“Fare è diventare” è un detto che esprime molto bene come gli dei possano essere evocati o potenziati attraverso determinate attività. Spesso la questione è: “Ve ne concedete il tempo?”. [J.Bolen, Gli dei dentro l’uomo, p.26]

Dopo aver letto la descrizione degli otto archetipi maschili descritti dalla Bolen, sicuramente avrai ritrovato qualche caratteristica dentro di te, e ti sarà venuta voglia di approfondire qualche divinità olimpica in particolare. Ecco finalmente il libro che può darti questa opportunità 👇




.

Durante l’articolo spesso si è parlato di attivazione dell’archetipo. Dunque ti chiederai: come è possibile attivare un archetipo?

Attraverso il fare. L’essere umano è ciò che fa, non ciò che dice di essere. Per imparare a fare qualcosa bisogna esperirlo attraverso il fare. Questo accade in qualsiasi ambito dell’esperienza, compresa la psicologia. Se vogliamo attivare l’archetipo Zeus, ad esempio, dobbiamo metterlo in pratica nel quotidiano a partire dalla piccole azioni, quelle che apparentemente posso sembrarci banali. 

Lo stesso Fritz Perls affermava che gran parte della Psiche risiede proprio in queste piccole azioni, nelle minime cliniche di ogni istante.

James Hillman, infine, diceva che la Psiche si trova lì dove si può nascondere, nei piccoli particolari della vita di ogni giorno, ed è proprio lì che dobbiamo andare a cercarla e possiamo operare per attivarla.

P.S. CLICCA QUI per leggere la versione al femminile di questo articolo: CHE TIPO DI DONNA SEI? ECCO I 7 ARCHETIPI DEL FEMMINILE

.